Erbe Medicinali-Finocchio

Finocchio-erba medicinale-benefici-tisane e applicazioni

Finocchio Anethum Foeniculum
Finocchio
Anethum Foeniculum

Finocchio

Descrizione

Proprietà medicinali per uso interno ed esterno

Tisane con finocchio 

Pianta tipica dell’Europa meridionale, alta da 1 a 2 metri, con grandi ombrelli di fiori gialli e frutti fusiformi lunghi circa 1 cm. Si utilizza tutta la pianta,  i fiori si raccolgono a giugno, in boccio, le foglie e i semi a settembre, prima della maturazione completa.

 

 

Proprietà medicinali del finocchio

uso esterno:

il decotto preparato con 6 pizzichi di semi di finocchio in 1 litro di acqua, fatti bollire per 5 minuti, calma le infiammazioni agli occhi, compresse di questo decotto applicate sulla fronte danno sollievo nelle emicranie; impacchi di pianta fresca tritata, applicati sulla fronte, calmano gli stati di irrequietezza nei bambini e conciliano il sonno.

Uso del finocchio per la bellezza:

per conservare la linea e combattere stanchezza e gonfiori delle gambe, aggiungere all’acqua del bagno un decotto di: una manciata di pianta in 1 litro di acqua, fatta bollire per 5 minuti.

 uso interno:

contro i disturbi da digestione lenta e aerofagia bere dopo i pasti un infuso di 2 pizzichi di finocchio, in infusione per 3 minuti in una tazza di acqua, lo stesso infuso è consigliato per favorire la montata lattea e regolarizzare il ciclo mestruale, con l’aggiunta di miele è usato per calmare la tosse anche nell’asma.

Tisane con finocchio:

  • Per eliminare il meteorismo intestinale e facilitare la digestione: bere dopo i pasti un infuso di: 1 pizzico di semi finocchio, 1 di santoreggia, 1 di anice, 2 teste di camomilla, lasciati in infusione 2-3 minuti in una tazza di acqua.
  • Negli stati influenzali, bere una tazza al giorno di di: 2 pizzichi di semi di finocchio, 2 di lavanda, 1 di timo,1 di melissa, lasciati in infusione 4 minuti in una tazza di acqua.

 

Avvertenze:

Quando si usa un’erba medicinale o un trattamento fitoterapico, (anche se si è sicuri dei suoi effetti benefici) non bisogna mai interrompere la cura prescritta dal medico curante, piuttosto è bene chiedere al medico se si può integrare e in che misura, la cura in atto con il rimedio a base di erbe. Leggi: erbe medicinali 1-guida all’uso

 Nella preparazione dei decotti  o infusi, è bene attenersi alle dosi consigliate dall’erborista. 

Ecco i link delle schede di altre piante medicinali, con allegate numerose ricette, con le indicazioni, di ottime tisane e di applicazioni per la bellezza: achillea millefoglie, alburno di tiglio, arancio selvatico, bardana, basilico, biancospino, camomilla, cerfoglio, cicoria amara, dente di leone, erica,  fragola selvaticamaggiorana, malva, melissamenta, olivo, ortica, rosmarino, salviatiglio, timo, verbena.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.