Eolie

Isole Eolie, tutte da vedere

Isole Eolie, tutte da vedere
Eolie

Lipari, Stromboli, Vulcano, Panarea, Salina, Filicudi e Alicudi, sono le 7 isole dell’arcipelago delle Eolie, dette anche isole Lipari. L’arcipelago è situato di fronte alla costa tirrenica messinese a circa 12 miglia nautiche da Capo Milazzo.

 

 

 

 

Isole eolie tutte da visitare
Cartina di Lipari

Lipari

è la più grande isola delle Eolie (Km² 37,6, altezza 602) è discretamente abitata (11.829 abitanti) ed è sede del comune che comprende anche le altre isole, esclusa Salina che ha amministrazione indipendente. Il centro cittadino di Lipari è bene attrezzato ed è costruito intorno a una fortezza naturale (il castello) sede di un insediamento già nel IV millennio A.C. La città è stata più volte ricostruita nelle diverse epoche. Il castello oggi ospita il  museo archeologico  che presenta un allestimento tra i migliori della Sicilia. Le splendide spiagge, i vigneti, gli incantevoli panorami si possono ammirare percorrendo le strade carraie che salgono sui fianchi dei monti, mentre una strada asfaltata costiera permette di compiere il giro di tutta l’isola. Ideale per le famiglie con bambini, ma anche come base per visitare tutte le altre isole.

Stromboli

 è abitata in quanto il suo giovane vulcano (alto 926 mt) rovescia la lava soltanto verso il sud-est dell’isola, le frazioni sono 3: San Vincenzo, San Bartolo e  Ginostra , raggiungibile solo dal mare. Dallo stesso mare si può ammirare lo spettacolo della lava che scende lungo il fianco, scivolando fino all’acqua.A 1,5 Km a nord-est dell’isola emerge con 49m di altezza, lo Strombolicchio,  un monolitico di basalto lavico, testimonianza di passate manifestazioni eruttive, è dal 1997 Riserva naturale. Meta per lo più, di visitatori attratti dalle spiagge nere e dall’attività vulcanica.

Vulcano

è conosciuta per i fanghi sulfurei dalle proprietà terapeutiche, le fumarole e la caratteristica spiaggia nera, è meta di escursioni ai crateri (sono quattro) e gite in barca. Scelta spesso da chi ama le immersioni e da chi desidera rilassarsi

Isole Eolie, tutte da vedere
Eolie, Cala Junco

Panarea 

l’isola dove mondanità, arte e storia convivono è anche la più antica per formazione geologica, è circondata da isolotti:  Basiluzzo, Spinazzola, Lisca Bianca, Dattilo, Bottaro, Lisca Nera, i Panarelli, e Le Formiche che insieme all’isola formano la Riserva Naturale Isola di Panarea e viciniori. Le frazioni di Panarèa sono 3: San Pietro, Ditrella  e Drauto. La splendida cala Junco, è una delle più belle spiagge dell’isola, sempre affollata di turisti è una insenatura a forma di anfiteatro dove l’acqua del mare acquista un inconfondibile color turchese. Nei pressi di cala Junco si possono visitare i resti di un villaggio dell’età del bronzo. Da sempre la preferita dei vip, dei giovani e di chi ama la vita mondana

 

Salina

è la seconda isola per superficie, ha un porto turistico e strade rotabili che salgono attorno ai pendi, dove si trova una ricca vegetazione, composta da vigneti, ulivi, alberi da frutte e campi di ortaggi. Anticamente la  fitta vegetazione, favorì la costruzione di  rifugi, chiamati grotte saracene. Divisa in frazioni, è spesso scelta da chi ama le vacanze al mare e le escursioni

Filicudi 

da diversi anni diventata punto di ritrovo, con rinomati bar e ristoranti, ha un suo porto ed è raggiungibile da Milazzo e viceversa. La sua bellezza è magica e particolare per le grotte fra  scogli e l’acqua cristallina, la più  famosa  grotta è quella del bue marino, accessibile con piccole barche.

 

Alicudi vanta una bellezza selvaggia, con i sentieri impervi amati dagli appassionati di trekking.

Filicudi e Alicudi sono spesso scelte da chi ama la natura e dagli appassionati di sport come le immersioni o il trekking.

Tutte le isole dispongono di strutture recettive, per scegliere dove soggiornare ogni turista si basa sui propri gusti ed esigenze.

 le isole sono tutte da visitare ed è interessante sapere che, pur essendo tutte di origine vulcanica  si diversificano una dall’altra anche per i colori, che sono formati dal diverso paesaggio di ognuna: il mare, dai fondali rocciosi, è di un azzurro intenso con stupendi  riflessi. Su di esso spiccano le tonalità giallo-verdi di Vulcano, dovute alle incrostazioni sulfuree della sommità sulle spiagge di sabbia lavica, i vividi bianco e nero  di Lipari, dovuti alla pomice e all’ossidiana, il verde smagliante di Salina, coperta di boschi intorno ai crateri spenti, l’ambrato dei tetti di canne delle abitazioni di  Panarèa qua e là interrotto dal verde intenso dei vitigni, e ancora Stròmboli,  nera di giorno e rosso vivo di notte, per le eruzioni di lava. Filicudi e Alicudi appaiono verde scuro, per le bellissime piante, come quelle di cappero, che nascono sui loro pendii.

Le isole sono state dichiarate patrimonio dell’umanità dall’ UNESCO.

 

Le escursioni in giornata alle isole Eolie sono frequenti, così anche i collegamenti tra un’isola e l’altra.

Le visite sono possibili con le auto a Lipari e Salina; sono pedonali per Vulcano, Panarea, Stromboli, Finicudi e Alicudi.

Le Isole Eolie sono raggiungibili con aliscafi e traghetti da: Reggio Calabria, Vibo Valentia, Capo d’ Orlando, Patti, Cefalù, Palermo, Sant’Agata Militello, Tropea, Cetraro, Napoli.

Guide locali ed escursioni: Associazione Guide Alpine Italiane 

Sport e immersioni: Immersioni Stromboli

Informazioni turistiche:

Portale della Regione Sicilia

Ti potrebbe interessare: Alpinismo, come si pratica lo sport

Isole Eolie, tutte da vedere
Vitigni alle Eolie

Vitigni alle Lipari

Conosciuto fin dall’antichità, il Malvasia delle Lipari è un vino dall’aroma e dal sapore inconfondibili derivato dalle condizioni ambientali e dal clima che favorisce lo sviluppo dei vitigni autoctoni dell’arcipelago.

 

 

 

 

Isole Eolie, tutte da vedere
Lipari, Museo Archeologico

 

Il museo archeologico di Lipari, tra i migliori in Sicilia, conserva terrecotte teatrali comprendenti centinaia di maschere comiche.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *