La capanna dello zio Tom, ultimi capitoli.

-Agostino Saint-Clair, dopo la morte di Eva, è caduto in una grande tristezza. La superficialità della moglie non lo aiuta a superare il dolore. Trova conforto solo nei colloqui con Tom, che lo esorta a credere in Dio. Saint-Clair  promette allo schiavo la libertà.

-Un giorno Saint-Clair si reca in un caffè, per sentire le ultime novità e, mentre cerca di dividere due litiganti, viene ferito gravemente. Trasportato a casa, nonostante le cure del medico, le sue condizioni peggiorano. Tom vede naufragare la sua speranza di libertà.

-Più tardi, Tom parla a Miss Ofelia, sorella del defunto, della promessa fattagli dal padrone e la prega di riferire alla vedova. ma questa vende all’asta tutti gli schiavi. Miss Ofelia scrive a Shelby raccontandogli le pene di Tom. Ma il negro viene acquistato da Legrée con Emmelina e Lucy.

-Durante il raccolto del cotone, Tom vede Lucy che a stento si trascina tra i filari. Mosso a compassione le dà una parte del cotone che lui ha già raccolto. Sambo, che odia Lucy, lo colpisce in viso con una scudisciata. Cassy, un’altra mulatta, dà a sua volta del cotone a Tom.

-Legrée, informato da Sam di quanto è avvenuto, ordina a Tom di frustare la pigra Lucy. Tom si rifiuta, perciò riceve delle scudisciate. Ma il buon negro si rifiuta ancora, dichiara che preferisce morire e Legrée furibondo, ordina che Tom sia fustigato a morte.

-Dolorante e pieno di ferite, Tom giace nell’angolo di un lurido magazzino. Cassy lo cura e gli manifesta l’intenzione di scappare. Si dice stanca della cattiveria di Legrée che l’ha strappata dalla figlia Eliza e dal nipotino Enrichetto. Tom la prega di leggergli la Bibbia.

-Legrée, informato della scomparsa di Cassy ed Emmelina, le fa cercare da un gruppo di uomini a cavallo. Le due donne sono però nascoste nella soffitta di una casa che Legrée crede abitata da fantasmi. A nessuno verrà in mente di cercarle lassù.

-Il padrone interroga lo zio Tom sulla fuga delle due donne e lui dichiara che non parlerà mai. Legrée lo fa frustare, ma Tom non parla. Sambo e Quinco si avventano su di lui e lo lasciano quando lo credono morto. Tom, ripresosi, perdona i suoi aguzzini.

-Tom giace per terra quando arriva Giorgio Shelby. Il giovane si china con amore su di lui, che gioisce per la Grazia che Dio gli ha fatto di morire tra le sue braccia. Tom raccomanda al padroncino i suoi cari e muore. Giorgio seppellisce il povero zio Tom.

-Cassy ed Emmelina s’imbarcano insieme a Giorgio Shelby. Sul piroscafo incontrano la signora Toux, che chiede a Shelby se conosce Giorgio Harris, suo fratello. Il giovane spiega che il mulatto vive in Canada con la moglie Eliza ed il figlioletto. Cassy sviene per la gioia di sapere viva sua figlia.

-La signora Toux e Cassy si recano in Canada. Si rivolgono al missionario che a suo tempo aveva ospitato i fuggitivi e con esso si recano dagli Harris. Le due donne arrivano al momento del tè. L’incontro tra i fratelli e tra madre e figlia è molto commovente.

 

riassunti di romanzi, illustrazioni

 

-Giorgio Shelby, rientrato a casa, racconta la triste storia della morte del povero Tom. Grande è la tristezza di tutti per la scomparsa del loro caro. Shelby, in memoria dello zio Tom, rende la libertà a tutti gli schiavi.

                                                          Fine

 

Altri riassunti di romanzi:

 

David Copperfield

 

Piccole donne

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *