tecniche pittoriche

Pennelli per acquerello,come sceglierli

I pennelli da acquerello

Come sceglierli: 

dai pennelli da acquerello  piatti, che servono per distendere sulla carta le sfumature, ai tondi, usati per dare pennellate regolari cariche di colore e per rifinire i dettagli, la moderna produzione è in grado di fornirne in quantità e per qualsiasi esigenza del pittore. Le migliori qualità di pelo per i pennelli d’acquarello sono la martora e il kolinski. Pennelli di questo tipo sono piuttosto costosi, per la rarità della materia prima, ma se vengono usati con attenzione, durano molto a lungo. I sostituti migliori possono essere quelli di pelo di scoiattolo o di bue, molto meno costosi e quelli in  fibre sintetiche, che sono stati molto migliorati negli ultimi anni. Si trovano anche pennelli di pelo di maiale cinese, con manico di bambù e setole molto compatte, adatti a delicati lavori di punta.

 Quali pennelli da acquerello servono per iniziare a dipingere

Al pittore principiante  possono  bastare tre o quattro pennelli, del tipo tondi e di formato differente. Per iniziare non servono i pennelli tondi più piccoli che si usano per lavori specialistici o piccolissimi ritocchi. È invece utile un pennello piatto di un numero dal 14 al 20. I pennelli con manico di bambù sono particolarmente adatti per lavorare su carta di riso, poiché questo tipo di carta non permette correzioni. Naturalmente ognuno è libero di scegliere ciò che preferisce, tenendo anche conto del tipo di lavoro da fare.

 

tecniche di pittura

 

 

Pennelli di pelo di bue. Spesso il pelo di zibellino viene unito a quello di bue per rendere il pennello meno cedevole. Il pelo di bue viene usato anche da solo e i risultati sono buoni, solo la punta di questi pennelli  non è sottile come quella ottenuta coi peli di zibellino.

 

 

 

 

qualità dei pennelli da pittore
6- pennello tondo grande in pelo misto 7- tondo grande in pelo di bue 8,9- tondi in setole sintetiche – 5 tondo in setole sintetiche

 

 

 

Dal pelo di kolinski si ottiene una setola lunga e sottile, per i pennelli migliori si usa solo l’estremità della coda, i peli vengono selezionati, quelli più lunghi al centro, i più corti ai lati.

 

 

 

 

pennelli in setole naturali e pennelli sintetici
1- pennello in kolinski 2- in zibellino 3- piatto di martora 4- morbido a ventaglio, 4- tondo in pelo di bue 5- tondo di pelo misto

 

 Vedi anche: i pennelli per pittura ad olio

 

 

 

 

 

 

 

Articoli simili: colori stridenti-abbinamenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *