liquirizia in erboristeria

La liquirizia -erbe medicinali- tisane e applicazioni

Descrizione:

la liquirizia conta 18 specie di piante ripartite nei cinque continenti, ma la liquirizia officinale (GLYCYRRHIZA GLABRA) è una pianta mediterranea che cresce in Europa, in terreni ricchi, fino a 1700 metri di altezza. Misura dai 30 cm a 1 m. di altezza, lo stelo è diritto e robusto, le foglie, picciolate, sono composte da 9 a 17 foglioline ovali interne, verdi e viscose nel lato inferiore. I fiori sono blu pallido e lilla, la radice è legnosa, rossastra al taglio,di sapore dolciastro. Si utilizzano le radici, raccolte preferibilmente in autunno.

Proprietà medicinali della liquirizia:

uso interno:

la presenza dell’acido glicirrizinico nella pianta, espone all’ipertensione , quindi sarà bene attenersi alle dosi indicate. La radice di liquirizia esercita peraltro, un’azione benefica sulle ulcere dello stomaco e del duodeno. Ha azione emolliente nei casi di tosse insistente,favorendo l’eliminazione del catarro dai bronchi. In questi casi sono consigliate 2-3 tazze al giorno di un infuso così ottenuto: 2 pizzichi di liquirizia, 2 di issopo, 2 di timo, 1 di petali di rosa, lasciati in infusione per 4 minuti in una tazza di acqua bollente; addolcire con miele. Per facilitare la digestione è indicata una tisana, da bere dopo i pasti, preparata con 2 pizzichi di liquirizia, 2 teste di camomilla, 1 pizzico di tiglio, 1 di melissa, lasciati in infusione 4 minuti in 1 tazza di acqua bollente.

Proprietà medicinali

 uso esterno:

un infuso di 10 pizzichi di radice di liquirizia tritata, lasciati in infusione per 1 ora in 1 litro di acqua, applicato in compresse, calma l’infiammazione nelle congiuntiviti.

Uso della liquirizia per la bellezza:

contro il problema dell’alito cattivo e per prevenirlo, bere periodicamente,1 tazzina di: 3 pizzichi di liquirizia, lasciati macerare 20 minuti e filtrati. Per distendere i lineamenti affaticati, applicare sul viso compresse calde imbevute in un decotto di: 4 pizzichi di liquirizia fatti bollire per 10 minuti in 1/2 litro di acqua.

 

Quando si usa un’erba medicinale o un trattamento fitoterapico, (anche se si è sicuri dei suoi effetti benefici) non bisogna mai interrompere la cura prescritta dal medico curante, piuttosto è bene chiedere al medico se si può integrare e in che misura, la cura in atto con il rimedio a base di erbe. Leggi: erbe medicinali 1-guida all’uso

 Nella preparazione dei decotti  o infusi, è bene attenersi alle dosi consigliate dall’erborista. 

Le schede di altre piante medicinali: achillea millefoglie, alburno di tiglio, arancio selvatico, bardana, basilico, biancospino, camomilla, cerfoglio, cicoria amara, dente di leone, erica,  finocchio, fragola selvaticamaggiorana, malva, melissamenta, olivo, ortica, rosmarino, salviatiglio, timo, verbena.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *