Frìtole-crespelle dolci tipiche del veneto

Fritole-crespelle dolci tipiche del veneto

Le frìtole

Simbolo gastronomico del carnevale di Venezia, le frìtole sono squisite frittelle lievitate fatte con uova, farina, zucchero, pinoli, uvetta e rhum. Già nel 600 venivano preparate e vendute nelle strade durante il carnevale, in Veneto ma anche nel Friuli Venezia Giulia e ad Istria.

Si trovano pronte da gustare nelle pasticcerie, a Carnevale e a Natale, ma anche durante tutto l’anno.

 

Frìtole- Millefogli

 Una ricetta tradizionale per preparare le frìtole:

Difficoltà: facile / Dosi: 6 persone

Ingredienti: farina 400 g, uova 2, zucchero 1 cucchiaio, latte 1 bicchiere, lievito di birra 30 g,uvetta sultanina 100 g, pinoli 50 g, rhum 1/2 bicchierino, zucchero a velo a piacere, poco sale, olio per friggere

Preparazione:    

  • Fare rinvenire l’uvetta in acqua tiepida, lasciandola in ammollo per un’oretta.
  • Diluire il lievito in poca acqua tiepida
  • In una ciotola unire alla farina: lo zucchero, un pizzico di sale, le uova, il rhum, il lievito diluito e il latte aggiunto poco per volta.
  • Mescolare con molta cura, l’impasto deve risultare simile a quello della pizza, ma un po’ più morbido, per poterlo friggere prendendolo a cucchiaiate.
  • Aggiungere in ultimo l’uvetta e i pinoli, quindi lasciare lievitare l’impasto per circa un’ora, fin quando sarà raddoppiato di volume.
  • Friggere le frittelle a cucchiaiate, in olio caldo abbondante, in modo che galleggino.
  • Toglierle  dall’olio man mano che appaiono cotte e adagiarle su carta assorbente. Cospargerle con zucchero a velo.

La dolcezza dell’uva Garganega, prodotta nel veneto, si addice perfettamente a questo piatto, il vino consigliato è pertanto un Recinoto di Gambellara.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *