artigianato il vetro di murano

Venezia – il vetro di Murano

 

Anche il viaggiatore meno informato o chi non sia stato mai a Venezia ha perlomeno sentito parlare del vetro di Murano.

 Murano è l’isoletta della laguna, a un miglio da Venezia, da secoli capitale mondiale del vetro d’arte.

Venezia e l’arte del vetro 

Ma perché proprio a Venezia si sviluppò l’arte del vetro?

Gli storici rispondono che non fu tanto per la vicinanza dei precedenti vetrari dell’impero bizantino o quella dei monaci Benedettini stabili sulle isolette della laguna fin dal VII secolo, quanto per la fitta rete dei rapporti mercantili che la Repubblica marinara intrattenne con il Levante mediterraneo, dove il vetro era nato e si era sviluppato come materia d’arte.

Già prima del duecento Venezia esportava vetri prodotti sull’esempio orientale.

Nel  XIII secolo si costituì la corporazione dei vetrai veneziani, con rigidi regolamenti  imposti dalle autorità, e l’attività delle fornaci fu spostata a Murano.

La produzione continuò ad affinarsi e arricchirsi dell’opera dei migliori artigiani.

Alla metà del Quattrocento la supremazia di Venezia nell’arte del vetro era assoluta e senza concorrenza, in tutto il mondo.

La storia del vetro di Venezia è tutta scritta nei registri della Serenissima.

A Murano nell’antico palazzo Giustinian di Torcello ha sede il Museo del vetro che custodisce

vetri preziosi e antichi.

Il vetro veneziano oggi:

Venezia il vetro di Murano https://www.millefogli.com/
Creazioni in vetro di Murano

Il vetro veneziano che è innanzitutto un solare e mutevole gioco di luce a colori, sembra essere correlato alla stessa luminosità della terra veneta. Segreti sono numerosi procedimenti che le singole fornaci muranesi adottano per ottenere colori ed effetti esclusivi, si può dire firme.Tutto un lavoro di ricerca che ha indotto gli studiosi d’arte ad affermare che ” la caratteristica specifica dei maestri e dei disegnatori è un grande individualismo che ha determinato, anche nell’ultimo dopoguerra, un’ulteriore indagine e approfondimento delle precedenti esperienze plastiche e coloristiche.” (Cit.)

Venezia il vetro di Murano
scultura in cristallo massiccio e vetro calcedonio, su base di cristallo, scolpita a dal maestro vetraio Loredano Rosin di Murano, scomparso prematuramente

Un ” settore lavorativo dell’artigianato made in Italy, che ha contribuito a rendere grande il nome di Venezia nel mondo” https://www.youtube.com/watch?v=SKiim8oCGnQ

Nel Veneto oltre il vetro si lavorano ad alto livello: la ceramica, compreso il mosaico; i merletti, i ricami, i tessuti eseguiti a mano, i mobili, l’oro e l’argento, le gemme, gli smalti, il ferro battuto, il bronzo, le pietre e i marmi, gli stucchi, la pelletteria, le creazioni della moda, gli strumenti musicali, le maschere e gli apparati teatrali, le resine, le stampe e la legatoria di pregio.

 

Vai a – tutti gli articoli –

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *